Flash
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Processo d'appello alla "Marlane": chieste condanne per amministratore delegato, dirigente e responsabile stabilimento Praia a Mare. Nel corso della requisitoria il sostituto procuratore generale Salvatore Curcio ha avanzato le sue richieste che vanno a riformare parzialmente la sentenza di primo grado.

Il pg ha chiesto la condanna a tre anni di reclusione, per disastro ambientale, per Carlo Lomonaco che fu responsabile del reparto tintoria, dirigente dello stabilimento ed ex sindaco di Praia. Tre anni sono stati chiesti anche per Attilio Rausse, ex responsabile dello stabilimento, e quattro anni sono stati invocati nei confronti dell'ex amministratore delegato Antonio Favrin. Per il resto il pg ha chiesto conferma della sentenza di primo di grado, emessa il 19 dicembre 2014, che assolveva tutti gli imputati.

Ma perno centrale della requisitoria è stata soprattutto la richiesta di tornare a dibattimento con una nuova prova peritale.

Il pg ha chiesto alla Corte la revoca dell'ordinanza emessa il 25 novembre scorso che rigettava il prodursi di una nuova perizia. Curcio ha parlato di un'indagine tecnico scientifica, nel processo di primo grado, "monca e carente" partita male già con la composizione del collegio di esperti nel quale - accanto al medico legale, all'epidemiologo e al professore ordinario di Igiene - mancava una figura fondamentale, un luminare in chimica e tossicologia, la cui "assenza ha portato a conseguenze nefaste" poiché non è stato possibile fare un'analisi chiara e completa della qualità e quantità delle sostanze chimiche prodotte come scarti della Marlane, le materie prime utilizzate nel ciclo produttivo della fabbrica, i fanghi prodotti a tonnellate.

Alla richiesta di una nuova perizia si sono unite le numerose parti civili tra le quali la Regione Calabria, la provincia di Cosenza, il Wwf, Legambiente Calabria, l'associazione Medicina democratica e il comune di Tortora.

La prossima udienza è stata fissata per il 15 febbraio.