Economia e politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Forza Italia in Calabria stringe i tempi per definire al meglio la ricomposizione del centrodestra in vista delle prossime elezioni regionali e proporre alla colazione e ai calabresi il nome del candidato alla carica di governatore.

La doppia presenza in regione nei giorni scorsi, prima di Giorgio Mulè, portavoce dei parlamentari forzisti a Catanzaro, e poi di Mara Carfagna a Reggio Calabria, ha confermato la compattezza del partito azzurro in grado di riunire anche gli altri partiti di area: Udc, Lega, Fratelli d'Italia e Movimento nazionale per la sovranità.

A Catanzaro, all'inaugurazione della segreteria provinciale di Forza Italia, c'erano tutti, compresi gli ex Ncd, Giuseppe Gentile, Baldo Esposito, attuali consiglieri regionali e Piero Aiello, ex deputato e più volte consigliere ed assessore regionale. Tutti esponenti politici che portano in dote non solo un ampio consenso elettorale ma rinsaldano un legame politico e territoriale tra Catanzaro e Cosenza e che è benedetto dai vertici romani.

L'ipotesi di una candidatura di Mario Occhiuto, attuale sindaco di Cosenza e fratello di Roberto, vicepresidente del gruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, resta ancora in gioco. Altro scenario si presenterebbe se a Catanzaro l'attuale sindaco Sergio Abramo (FI) riuscirà a conquistare anche la carica di presidente della Provincia. Intanto anche a Reggio Calabria la ricucitura della coalizione per le regionali sembra ormai garantita.