Territorio
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

I dati della ricerca “Ecosistema Urbano 2019”, promossa da Legambiente, dimostrano come la città di Cosenza sia ancora molto lontana dall’affermarsi come città Green.
Sebbene la ricerca collochi Cosenza al 14° posto nella classifica delle città per qualità della vita (9 posizioni in meno rispetto al 2018), sono preoccupanti alcuni indicatori che riguardano il consumo di suolo, la carenza idrica, il verde urbano fruibile e la presenza di alberi.

Secondo lo studio, Cosenza registra un indice di trend valutato come consumo di suolo/residenti molto alto. Si tratta di un dato confermato anche dalla ricerca del sistema nazionale della protezione dell’ambiente (SNPA) sul consumo del suolo, che stima una perdita di 1,4 km quadri di suolo regionale, con picchi del 15% nella città di Cosenza.

La carenza idrica quotidiana certifica un ulteriore dato negativo. Per 245 giorni in un solo anno Cosenza ha subito un razionamento o sospensione dell’erogazione dell’acqua. La diminuzione della portata idrica, conseguenza della dispersione, non è risolvibile attraverso la fornitura superiore al fabbisogno standard, ma con la manutenzione della rete idrica. Per un’amministrazione che vive di apparenza e di opere tanto grandiose quanto inutili, un’opera di rifacimento/manutenzione della rete idrica non rientra nelle priorità, probabilmente perché poco redditizia dal punto di vista elettorale.

Nel rapporto “Ecosistema urbano 2019” è presente anche un indicatore sul verde urbano fruibile, espresso in mq/abitante e pari a 19.8, ben al di sotto delle città più virtuose come Matera con 996.8, Trento con 414.9 e Sondrio con 315.9.

Altro dato allarmante è rappresentato dal numero di alberi per abitante. Secondo la ricerca, infatti, l’indice è pari a 25 alberi/100 abitanti, segno evidente di come questa amministrazione sia controcorrente rispetto alle grandi capitali europee, che invece investono sempre più in politiche di riforestazione urbana. Tra le città italiane con il più alto numero di alberi spicca Modena, che con i suoi 108 alberi/ 100 abitanti, si conferma la città più verde d’Italia.

Questi dati sono conseguenza dell’operato di questa amministrazione, che ha investito in politiche di cementificazione, privando sempre più questa città di spazi verdi. Cosenza merita degli amministratori lungimiranti e coraggiosi, che sappiano dire no alla lobby del cemento e che investano realmente nello sviluppo sostenibile.

A tal proposito, si ricorda al sindaco che il progetto “1000 alberi in più”, promosso dal meetup Cosenza e Oltre, giace dimenticato in qualche cassetto da ormai 3 anni.
#fiatosulcollo #svoltaecologica

(Comunicato stampa Meetup Cosenza e Oltre)